Ricetta Migrante. A Casina l’integrazione si fa così!

Dopo un’estate di successi, l’associazione culturale Effetto Notte non si ferma, anzi si prepara all’evento simbolo del tema della stagione 2018. Cogliere, accogliere, raccogliere è il titolo delle attività culturali dell’associazione di quest’anno, che hanno posto l’attenzione su temi quanto mai di attualità: la società multiculturale, le culture di altri paesi, lo scambio di storie ed esperienze diverse, l’integrazione e l’ospitalità verso lo straniero. Effetto Notte non si rassegna all’idea che l’immigrazione sia solo un problema da combattere, che la nostra cultura vada sempre difesa da contaminazioni esterne e che la solidarietà sia un sentimento passato di moda. Crede che il dialogo fra i popoli, la mobilità delle persone, la conoscenza e la comprensione dell’altro, siano pilastri fondamentali per la crescita culturale e sociale. E la propria azione, ora più che mai, si muove in questa direzione.

Nei mesi scorsi l’associazione ha avviato un dialogo approfondito con la piccola comunità di richiedenti asilo ospitati da alcuni anni al Bocco di Casina. Si tratta di nigeriani, pakistani e ghanesi, tutti impegnati in un, non certo semplice, percorso di integrazione. E in questo progetto sono stati coinvolti gli artisti di street art del Collettivo FX, il fotografo Cristian Iotti e lo staff della cucina della Ghirba – biosteria della Gabella di Reggio Emilia. L’obiettivo del progetto era di accogliere, in modo originale e stimolante, questi ragazzi nella nostra comunità, e, conoscendo meglio le loro storie, cogliere le opportunità che il loro passaggio può offrirci e raccogliere i frutti dell’integrazione.

Domenica 21 ottobre, avremo l’evento che restituisce al pubblico i primi risultati di questo percorso. Ricetta Migrante, è innanzitutto un pranzo alle ore 13, un momento di cucina creativa sotto il bocciodromo del Parco Pineta di Casina, realizzato dai ragazzi migranti in collaborazione con la Ghirba. Sapori tradizionali, sperimentazioni e gusti esotici, insieme alle performance artistiche del Collettivo FX, animeranno ancora una volta la Pineta di Casina, sempre più caratterizzato come luogo di incontro e condivisione senza barriere, centro di cultura e sviluppo di idee per la comunità di Casina. Il Parco, in questi ultimi anni, ha potuto proprio godere del lavoro di manutenzione di alcuni ragazzi richiedenti asilo, che l’hanno reso un luogo ancora più magico.

E’ possibile partecipare al pranzo (prezzo 10 euro adulti, 5 euro under 14) ma, visti i posti limitati, è consigliata la prenotazione telefonando al 349 4433017 oppure cliccando qui.

Ricetta migrante diventerà poi una pubblicazione fotografica e letteraria che documenterà questo difficile ma stimolante percorso.